Chi Siamo

La LEA Hydromantes viene gestita da:
Manuela Mulargia, Giovanni Mele e Maria Luisa Mason.
Ci occupiamo di educazione ambientale, ricerca, creazione di itinerari ambientali, promozione del territorio e organizzazione di escursioni.
Le nostre iniziative e progetti sono rivolte alle scuole, enti pubblici, privati e turisti.
Gestiamo il CEAS Santa Lucia Siniscola.
Puoi contattarci alla seguente email: lea.hydromantes@tiscali.it

lunedì 16 aprile 2012

PUNTA CUPETTI - MONTE ALBO DI SINISCOLA

Punta Cupetti

S'Iscala de Su Tassu
Punta Cupetti al tramonto

TREKKING SUL MONTE ALBO DI SINISCOLA
PUNTA CUPETTI

Descrizione del percorso:
da Siniscola imboccare la S.P. 3 e raggiungere la località S'Ulidone, dove si lascia l'auto. La zona boschiva di S'Ulidone si trova sul versante di Punta Cupetti (m. 1029); è ricca di esemplari di leccio, ginepro e corbezzolo gigante. Dal parcheggio, proseguire a piedi sulla strada sterrata fino al cancello dell'Ente Foreste, oltrepassato il quale subito a destra inizia il sentiero de "S'Iscala de su Tassu" che conduce a Punta Cupetti. nelle vicinaze è presente anche la fonte de Su Tassu, così denominata per la presenza di un esemplare di albero di tasso. Il percorso è in salita ma non troppo difficile e attraversa il tipico ambiente carsico. Dai campi carsici di Punta Cupetti, nelle giornate limpide si possono osservare l'isola di Tavolara, il lago artificiale del Posada, il Monte Nurres, il mare di La Caletta e Santa Lucia e la cittadina di Siniscola. Sul pianoro vi sono antichi ovili e "Su Pinnatu", una tradizionale dimora dei pastori sardi. Sui campi in quota un tempo venivano coltivati grano e orzo, oggi esistono soltanto garighe di Santolina corsica, endemismo sardo-corso. Sulle pareti calcaree si possono notare varie piante endemiche rupicole tra cui, molto rara in Sardegna, la Saxifraga lingulata subsp. australis. Fra le varie specie di animali si possono osservare il corvo imperiale e il gracchio corallino che nidifica sul Monte Albo. Dpo aver attraversato S'Ena 'e Cupetti il sentiero discende verso la località denominata S'Adde, dove ha origine un riu Siccu (rio secco) che percorre il profondo canalone che separa Punta Cupetti dal resto del Monte Albo. Il canyon è una delle zone più ricche di acero minore e orniello.


Manuela Mulargia

Nessun commento:

Posta un commento